Archivio dell'autore: Admin

Le spiagge del Cilento

La zona del Cilento vanta oltre 100km di litorale ed offre ai visitatori tutta la possibilità di relax e divertimento che si desidera, usufruendo di un mare che è tra i più puliti d’Italia tanto che le sue spiagge sono più volte state insignite della prestigiosa Bandiera Blu. Pisciotta Palinuro ha una spiaggia che probabilmente è quella perfetta per coloro che sono alla ricerca della tranquillità e del benessere: questa sabbia di ciottoli vanta infatti un litorale ampio e circondato dagli ulivi tipici della zona, presenta un mare dai riflessi turchesi molto invitante e la sera è luogo della movida per i più giovani. La spiaggia di Acciaroli, in località Pollica, è una delle più suggestive ed
ha ricevuto più di un riconoscimento a livello nazionale di recente. Nota anche come “la perla del Cilento”, questa bella spiaggia alterna sabbia a ciottoli di piccole dimensioni e vanta diversi servizi a disposizione dei bagnanti. È una delle località preferite dal popolo vacanziero ma anche dai residenti, merita sicuramente di essere vissuta per avere l’opportunità di godere di un mare meraviglioso. La baia di Trentova prende il suo nome dal prospicente scoglio bianco ed ha recentemente ottenuto importanti riconoscimenti, tra questo quello di Meraviglia d’Italia, e vanta un paesaggio davvero suggestivo ed emozionante per chi la vede per la prima volta. L’acqua limpida e la sabbia fine che la caratterizzano inoltre, sono ottimi argomenti per venire a visitarla di persona e trovare il giusto relax.

Cala d’Arconte è un’altra meraviglia della zona, e vanta una enorme spiaggia protetta dalle scogliere ricoperta da una natura selvaggia, una macchia mediterranea che vanta pini e ulivi tra tutti. Qui il fondale non digrada lentamente ma l’acqua è piuttosto profonda già pochi metri dopo la riva, per questo non è una località particolarmente adatta per far fare il bagno ai più piccoli. Marina di Ascea presenta una delle più belle spiagge del Cilento: qui è possibile godere di un lungo litorale sabbioso con a fianco ulivi secolari, e vanta un’acqua dai riflessi turchesi che ricorda da vicino le tipiche località balneari tropicali. Infine, anche la spiaggia dell’Arco Naturale, in zona Capo Palinuro, offre ai bagnanti un paesaggio meraviglioso in cui la natura selvaggia è l’incontrastata protagonista. Le spiagge da non perdere in zon
a per gli amanti del mare e della natura sono davvero tante: solitamente i turisti, decisa la zona del Cilento nella quale trascorrere le proprie vacanze, decidono di usufruire di una delle ville in affitto nel Cilento così da poter raggiungere agevolmente la spiaggia.

Le attività sportive sui Colli Euganei

L’area dei Colli Euganei è ricca di paesaggi affascianti e suggestivi: vallate ricoperte da filari di viti, ruderi medievali nascosti tra la vegetazione, stradine e sentieri tutti da scoprire, fiori variopinti e piante di tutte le specie. Sono bellezze della natura che si possono ammirare in ogni periodo dell’anno, perché ogni stagione porta con sé colori e profumi diversi.

Non solo gli appassionati di trekking, ma anche camminatori e semplici sportivi non rinunciano ad una passeggiata sui sentieri dei colli nemmeno ad ottobre, ed è per loro che sono nate nella zona dei Colli Euganei una serie di iniziative legate allo sport e all’attività outdoor che coinvolgono durante tutto l’anno abitanti del luogo e turisti. Non c’è niente di più rilassante che godersi un meritato riposo in uno degli eleganti e accoglienti alberghi della zona dopo aver fatto un po’ di sana – e divertente – attività fisica; le stesse strutture alberghiere sono ben attrezzate per venire in contro a questa esigenza.

L’Hotel Terme Bologna, ad esempio, situato nel centro cittadino, si affaccia su un’elegante viale costeggiato da alberi e marciapiedi da entrambi i lati, dove non è raro incontrare amanti del jogging o semplici camminatori. L’albergo poi è dotato due piscine – di cui una coperta – in cui dedicarsi al nuoto, e una piccola palestra attrezzata con i migliori strumenti di allenamento e con una splendida vista sul parco esterno. Nei dintorni ci sono numerose aree per il fitness e campi da golf e da tennis, aperti sia per i professionisti che per i principianti che vogliono avvicinarsi per la prima volta a questi sport e colgono l’occasione di farlo durante un weekend di relax ad Abano.

ColliAMO le Terme

Anche le associazioni sportive e ludiche che operano nell’area euganea organizzano moltissime iniziative outdoor per coinvolgere i turisti.

Parliamo in particolare delle manifestazioni nell’ambito del progetto Amo le terme destinate agli amanti della corsa e della camminata (Nordic Walking), che ogni primo martedì del mese, da Settembre a Luglio, si incontrano per fare degli allenamenti serali di gruppo. Ogni mese viene scelto un luogo di partenza diverso all’interno della città di Abano Terme, con percorsi di varia lunghezza (dai 3 ai 5 km per la camminata e dagli 8 ai 10 km per la corsa) che porteranno i partecipanti a scoprire gli scorci più affascinanti della città.

Gli eventi, Corriamo le Terme e Camminiamo le Terme, non hanno carattere agonistico, ma sono un’occasione per vivere il territorio in maniera diversa, originale, e anche utile per la salute.

Guida alle compagnie di traghetti per la Sicilia

Negli ultimi anni, un po’ come successo in tutto il sud Italia, la Sicilia ha conosciuto un vero e proprio boom di turisti, provenienti sia dalla penisola che da tutto il mondo. Del resto le qualità di questa meravigliosa regione del nostro paese sono veramente tante e spaziano dallo straordinario patrimonio archeologico e artistico alla ricchissima tipizzazione del settore agro-alimentari, tra i più vari ed apprezzati al mondo. Per non parlare del mare, meraviglioso e ricco di isole e della storia millenaria. Insomma, la Sicilia non si può non visitare. Con la nostra guida alle compagnie di traghetti per la Sicilia vedremo come raggiungere facilmente questo bellissimo angolo del nostro paese, i porti di partenza e gli orari.

Tirrenia

I collegamenti per la Sicilia raggiungono il capoluogo Palermo da Napoli e Cagliari. Il traghetto da Napoli parte ogni sera alle 20:15 ed impiega circa 10 ore per raggiungere Palermo. Il traghetto da Cagliari, sempre per il capoluogo siciliano, parte invece alle 19:30 e la traversata dura 12 ore circa. Sul sito di Tirrenia si può effettuare la prenotazione online, scegliendo non solo orari e date di partenza e ritorno, ma anche il numero di passeggeri ed il tipo di sistemazione, con la possibilità di scegliere tra cabina, poltrona e ponte. È possibile, naturalmente, aggiungere alla prenotazione anche un eventuale veicolo. Tra i servizi di bordo messi a disposizione dei propri clienti da Tirrenia, troviamo lo spazio bambini, il ristorante, la sala cinema e televisione e un angolo Boutique per chi non vuole rinunciare allo shopping. Per chi non ama fare le cose di fretta la mattina, è previsto anche un servizio, a pagamento, chiamato Late Chekout, che dà la possibilità di ritardare lo sbarco fino alle 10:00 e che comprende anche la colazione a buffet.

Grimaldi

I traghetti Grimaldi raggiungono il porto di Palermo con partenze da Salerno e Livorno. Le tratte Salerno-Palermo vengono effettuate il lunedì, alle 12:00 ed il venerdì alle 23:30, mentre da Livorno il traghetto per la Sicilia, sempre con arrivo a Palermo, parte il lunedì ed il mercoledì alle 23:30, il venerdì alle 23:59. È importante sottolineare che per l’imbarco è necessario presentarsi almeno 2 ore prima della partenza, sia con veicolo che senza. Il biglietto è nominativo e non cedibile ed i cittadini di un qualsiasi paese dell’Unione Europea necessitano solo di un documento d’identità valido, mentre i passeggeri extra-comunitari devono essere in possesso di un passaporto in corso di validità e di permesso di soggiorno o di visto per un paese della zona Schengen.

GNV

GNV collega la penisola alla Sicilia, con arrivo a Palermo, dai porti di Genova, Civitavecchia e Napoli. Da Civitavecchia si può raggiungere anche Termini Imerese. Per l’imbarco GNV richiede un’ora di anticipo rispetto alla partenza, 2 ore se si viaggia con un veicolo a seguito. Tra i servizi a disposizione dei clienti sui traghetti GNV per la Sicilia troviamo il Late Checkout, per ritardare lo sbarco al mattino, suite e normali cabine, il servizio di ristorazione, aree per il tempo libero, la zona bimbi, il collegamento internet ed il trasporto di animali. Sono presenti anche offerte speciali per i camperisti e per gruppi di minimo 15 persone, anche con bus al seguito, come per esempio gruppi di studenti, sportivi, anziani, gruppi religiosi, bande e cori musicali.

Guida offerta da NetFerry Traghetti
Via del Mare, 26 -72100 BRINDISI
Tel. +39.0831.564257 – fax +39.0831.223042
Per approfondimenti: http://www.netferry.it

Le avventure in vela

Il mare aperto è sinonimo di avventura, sconfinato verso l’orizzonte e verso l’ignoto. Navigarlo poi su una barca a vela amplifica la sensazione di sentirsi navigatore, coraggioso e senza timore verso il mare. Per poter però sembrare dei moderni navigatori, rifacendosi a modelli antichi quali Magellano o Colombo abbiamo bisogno di qualcosa. Infatti per poter navigare, secondo specifici requisiti, c’è l’obbligo di possedere una patente nautica che ci permette di navigare in sicurezza e rispettando le regole nautiche di navigazione. Andiamo a vedere come funziona.

Patente nautica entro 12 miglia
La patente nautica entro 12 miglia è il prerequisito obbligatorio per poter navigare in mare con un’imbarcazione a vela e non.
La patente nautica entro 12 miglia infatti permette di poter navigare anche con barche a motore, rientrando però in specifici limiti.
Anzitutto il codice nautico prevede tre categorie di patente nautica:
-categoria A, che permette il comando e la condotta di natanti ed imbarcazioni da diporto;
-categoria B, che permette il comando di navi da diporto, con lunghezza superiore a 24 metri;
-categoria C, che permette la direzione nautica di natanti ed imbarcazioni da diporto.
La categoria A si divide in patenti nautiche entro le 12 miglia dalla costa e patenti nautiche senza alcun limite di navigazione dalla costa.
La patente nautica è obbligatoria:
– per la navigazione con natante e imbarcazioni entro sei miglia dalla costa, con un motore installato a bordo che non superi la potenza di 30Kw o 40.8 cv;
– per tutte le imbarcazioni che superano il limite di navigazione di 6 miglia dalla costa;
– per esercitazioni di sci nautico.

Costi patente nautica entro 12 miglia
Per ottenere la patente nautica entro le 12 miglia si possono percorrere due strade, cioè quella della preparazione privata presso una scuola nautica seguendo un corso a pagamento o quella in cui ci si prepara autonomamente senza rivolgersi ad alcun ente privato.
La patente nautica entro 12 miglia viene rilasciata dagli uffici marittimi e provinciali della motorizzazione, previa domanda di iscrizione presso gli uffici della Capitaneria di porto.
Il costo della patente nautica entro 12 miglia varia dai 400 ai 1000 euro, in base al fatto se ci si rivolge o meno ad una scuola nautica per la preparazione all’esame.
I costi burocratici da dover affrontare sono:
– diritto di ammissione, 20 euro per la patente nautica di categoria A e C e 60 euro per la patente nautica di categoria B;
– tributo alla tesoreria provinciale, 25 euro per l’imbarcazioni e 100 euro per i natanti;
– marca da bollo da 16 euro.

Esame di patente nautica
L’esame di patente nautica entro le 12 miglia prevede un esame teorico, con domande riguardanti le principali componenti dell’imbarcazione, quindi su come funziona il motore e su come gestire un’avaria, sul carburante necessario per il viaggio e sulle norme da rispettare di sicurezza per i natanti e per la navigazione. Senza dimenticare tutte le norme della navigazione marittima.
Dopo aver superato l’esame teorico è necessario superare anche l’esame pratico. Bisognerà dimostrare di saper gestire l’imbarcazione a diverse andature, di saper effettuare le manovre necessarie per una buona navigazione e di saper fronteggiare quelle situazioni avverse che possono presentarsi in mare come per esempio condizioni meteorologiche sfavorevoli.
Come tutte le altre tipologie di patente di guida, anche la patente nautica entro le 12 miglia è soggetta a scadenza periodica. La validità è di 10 anni, che viene ridotta a 5 anni nel caso in cui si ha un’età superiore ai 60 anni. Bisognerà quindi al momento della scadenza, rifare la domanda per la patente nautica con allegato un certificato medico che valuta lo stato fisico e mentale, ed apporre la marca da bollo di 16 euro.